• Home
  • Diencefalo e Medianità

Diencefalo e Medianità

Il ponte fisiologico tra l’io corporeo e l’io mentale è il cervello interno con il suo diencefalo. È lì che si svolge il processo medianico.
La moderna neurofisiologia diencefalica ha dimostrato che l’uomo ha uno strumento cerebrale coordinatore e unificatore del soma (corpo fisico con le sue funzioni) e della psiche (anima). Sono i meccanismi del cervello interno fra i due talami ottici la sede dei misteriosi dinamismi dai quali partono gli impulsi per ottenere la trasmutazione della coscienza, affinché l’Ego raggiunga la purificazione totale e la saldatura completa dei tre princìpi che rappresenta: spirito , anima emotiva ed anima erosdinamica .
Questi concetti sono stati già chiariti nei quaderni n°1, 8 e 40.
È nella centrale energetica del diencefalo in senso stretto, o ipotalamo, che si trovano la radio e la televisione per entrare in contatto con l’Aldilà ed i suoi spiriti. È lì che risiedono i collegamenti con i Centri di forza , noti in tutte le scuole esoteriche del mondo con i nomi di Centro frontale e Centro coronale.
In quella zona si svolgono i processi occulti che caratterizzano i sensitivi, i medium ed i profeti. Il diencefalo, liberato dall’influenza della corteccia cerebrale e della corrispondente corteccia eterica, emozionale e mentale, entra in fase di intensa attività (iperfunzione) e si fa più idoneo per migliorare la ricezione delle vibrazioni umane e delle cose, dei vivi e dei morti.
Quando un soggetto entra nello stato di trance (pronunzia = trans) che è una ipnosi speciale, si stabilisce un collegamento fra il diencefalo (cervello mediano) e l’Io con la forza trascendentale, la nouri che influenza la ghiandola pineale.

dal capitolo “IL DIENCEFALO È LA CENTRALE DELLA MEDIANITÀ? IL MEDIUM E LA SUA FORMAZIONE SPIRITUALE”

Copyright 2017 © Archeosofica, Scuola Esoterica di Alta Iniziazione.