• Home
  • Il Corpo Mentale

Il Corpo Mentale

Siamo giunti al corpo più eccelso del composto umano, lo strumento che manifesta il pensiero dell’Ego e quindi del suo spirito.
Questo veicolo della coscienza compenetra il corpo emozionale, il corpo eterico e il corpo fisico o anatomico, oltrepassandoli e formando attorno ad essi un’atmosfera radiante bellissima nell’individuo spiritualmente evoluto, ma insulsa o sgradevole in altri casi.
Il corpo mentale non ha la forma umana come si nota nel corpo astrale ed eterico, ma ovoide. La materia della quale è composto questo veicolo dello spirito (pneuma o Neshamah – cfr.pag.8) è la sostanza dei 4 sottopiani del mentale inferiore (ogni piano si divide sempre in 7 sottopiani), dato che gli altri 3 sottopiani rappresentano il mentale superiore.
Il corpo mentale centralizza in sé stesso tutti i sensi (vista, udito, tatto, gusto, odorato). È questi sensi. Allorché l’uomo pensa, il suo pensiero penetra il sistema nervoso tramite il ponte del corpo astrale e di quello eterico con velocità notevole.
Il mentale personale, cioè il corpo mentale, cresce con la quotidiana ginnastica della mente, con l’attenzione, la concentrazione, la meditazione. Esso ha gli stessi Centri degli altri corpi energetici.
Alla morte fisica, dopo il periodo purgatoriale o di purificazione trascorso nel mondo astrale per vivere ed eliminare le cattive emozioni, l’uomo passa nel mondo mentale quando con la nuova morte postuma il corpo astrale si staccherà da quello mentale.
Il mondo mentale è composto di due regioni: l’Astratta e la Concreta. Nella prima opera il corpo mentale superiore o Corpo Causale, nella seconda il corpo mentale inferiore o comune.
Il soggiorno nel piano mentale sarà breve o lungo in conformità alla vita condotta sulla terra. È naturale che se la vita intellettuale è stata nobile, intensa, se ha coltivato i sentimenti più elevati della natura umana, se l’individuo si è consacrato allo studio dell’arte, della letteratura, della scienza, della religione, dell’esoterismo, conducendo una vita di abnegazione, di pensiero apostolico, egli sopravviverà a lungo in questa regione del mentale inferiore, entrerà in contatto con gli angeli, maestri e aiutatori, dissetandosi di conoscenza.
In questo mondo porterà soltanto della propria naturale astrale le tendenze o latenze, il cui sviluppo fisserà al rientro nel piano astrale, la ricomposizione del corpo astrale per la reincarnazione che seguirà.

dal capitolo “MONDO MENTALE E CORPO MENTALE”

Copyright 2017 © Archeosofica, Scuola Esoterica di Alta Iniziazione.