• Home
  • Il Saluto al Sole: le 12 Posizioni

Il Saluto al Sole: le 12 Posizioni

Prima posizione

In piedi sopra una coperta distesa a terra, con i piedi uniti, in piena aria o davanti a una finestra aperta; unite le mani come in atto di preghiera all’altezza del petto, braccia ben serrate contro le costole.

1° Posizione Saluto al Sole

Saluto al Sole prima posizione

Restate così con la testa, il collo e la spina dorsale eretti. Tenete il corpo rigido e contraete lo stomaco. Guardate davanti a voi leggermente in alto, come se foste davanti al Cristo e ne fissaste gli occhi. ASPIRATE DAL NASO CON DOLCEZZA E PROFONDITÀ. TRATTENETE LA RESPIRAZIONE UN SECONDO PRIMA DI ESALARE DAL NASO (bocca chiusa), E DITE MENTALMENTE:- Gesù vieni in mio soccorso -. Risultati: sviluppo principale dei muscoli del collo, petto, braccia. Si riduce il ventre, si corregge la debolezza della spina dorsale e del sistema nervoso.

Seconda Posizione
Saluto al Sole seconda posizione

Saluto al Sole seconda posizione

Levate le braccia e la testa il più in alto possibile, serrando le palme fra loro. Braccia a contatto della testa: spingete il ventre in avanti, mentre INSPIRATE PROFONDAMENTE. RESTATE UN SECONDO IN QUESTO ATTEGGIAMENTO, e dite mentalmente:- Cristo, vieni in mio soccorso -.Risultati: si eliminano i disturbi della vita sedentaria. Qui è efficace la considerevole tensione dell’addome e del corpo.

Terza Posizione 
Saluto al Sole terza posizione

Saluto al Sole terza posizione

Dopo essere rimasti un secondo nella posizione precedente, ESPIRATE DAL NASO, man mano che piegate il corpo in avanti fino a toccare il pavimento con le mani a piatto contraendo lo stomaco e tenendo le gambe ben strette. La testa deve toccare le ginocchia. Questo esercizio è difficile per la durezza iniziale delle giunture, ma nel tempo arriverete a toccare la terra con le mani. È essenziale contrarre lo stomaco e tenere le gambe ben diritte.Risultati: sviluppo muscolare dei piedi, gambe, schiena, fianchi e vita, spalle. Aumenta l’attività dei nervi, perché sono eccitati centri nervosi del plesso solare. Attività maggiore del midollo spinale. Guarigione delle malattie di fegato, reni e intestin

Quarta Posizione

Saluto al Sole quarta posizione

Saluto al Sole quarta posizione

Gettate la gamba sinistra indietro, toccate per terra con il ginocchio. Piegate la gamba destra e mantenetela fra le braccia rigide, le cui mani a piatto toccano terra. Levate il mento verso l’alto il più possibile, inclinando il collo indietro. Guardate il cielo. INSPIRATE PROFONDAMENTE.Risultati: guarisce l’insufficienza di fegato e della milza, sviluppa i muscoli dei piedi, delle gambe e della cintola.

Quinta Posizione

Saluto al Sole quinta posizione

Saluto al Sole quinta posizione

POLMONI PIENI E FERMI. Dite mentalmente :- Gesù aiutami-. Imitate la figura n°5 riposando il corpo sulle braccia ben diritte e sulle dita dei piedi. Toccate il petto con il mento, contraete lo stomaco. ESPIRATE LENTAMENTE.Risultati: sviluppo dei muscoli degli avambracci, dei piedi, della vita, dell’addome, gambe, schiena e collo.

Sesta Posizione

Saluto al Sole sesta posizione

Saluto al Sole sesta posizione

Piegate le braccia e lasciate che il corpo riposi sul suolo. Tocchino terra (coperta): la fronte, il petto, le mani messe di piatto, le ginocchia e le dita dei piedi. Ritirate bene il ventre e lo stomaco perché non tocchino terra. ESPIRATE completamente dal naso.Risultati: riduce il ventre, allarga il petto, si sviluppano le otto parti.

Settima Posizione

Saluto al Sole settima posizione

Saluto al Sole settima posizione

Levate la testa e spingete con le braccia, sì da mettere il tronco verticale. Lasciate le gambe e il bacino contro terra. INSPIRATE DOLCEMENTE, MA PROFONDAMENTE, DAL NASO.Avanzate un poco il petto, incavate la schiena, inclinate il collo indietro, guardate il cielo. Dite mentalmente:- Signore aiutami! –Risultati: corregge l’insufficienza di fegato e digestiva, migliora i disturbi di gola, tonifica i muscoli del collo, dorso, gambe, petto.

Ottava posizione

Esercizio e risultati identici al n°5.

Nona posizione

Esercizio e risultati identici al n°4, ma con la variante che la gamba tesa indietro è la destra, mentre quella in ginocchio è la sinistra.

Decima posizione

Esercizio e risultati identici al n°3.

Undicesima posizione

Esercizio e risultati identici al n°2.

Dodicesima posizione

Esercizio e risultati identici al n°1.

SUGGERIAMO, qualora il vostro corpo trovasse delle difficoltà per l’età matura o la connaturata scarsa elasticità corporea, di scomporre il ciclo delle dodici posizioni ginniche in gruppi di quattro, allenandovi nel corso della giornata e in giorni successivi, solo in base a quattro esercizi. Una volta raggiunti i risultati vi dedicherete ai quattro successivi, ma ripetendo pure i primi quattro. Una volta che sarete sicuri, agili e pronti per i primi otto, completerete il “Saluto al Cristo” con gli altri quattro, ripetendo naturalmente gli otto precedenti. Per esempio, durante la prima settimana e più volte al giorno farete gli esercizi: 1, 2, 3, 4 e 1; la seconda settimana: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 e 1; la terza settimana: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12 (esercizio identico al n° 1). A questo punto sarete abbastanza allenati e pratici da poter compiere il “Saluto” completo nelle sue 12 posizioni più volte al giorno.

dal capitolo “COME INIZIARE L’ALLENAMENTO DEL SALUTO”

Copyright 2017 © Archeosofica, Scuola Esoterica di Alta Iniziazione.