La Luce Astrale

La Luce astrale, o anima del mondo, era lo strumento dell’onnipotenza di Adamo; divenne lo strumento del suo supplizio appena turbata e corrotta dal sua peccato, che ha mescolato un riflesso impuro alle immagini archetipiche.
La luce astrale, che negli antichi simboli è raffigurata nel serpente che si morde la coda, è il veicolo della vita, serve di aiuto al bene e al male, e può essere presa per la forma ignea di Satana come per il corpo dello Spirito Santo. Essa alimenta tanto le fiamme dell’Inferno quanto la folgore di San Michele; è l’arma universale della battaglia degli angeli.
È il Telesma di Ermete Trismegisto, l’Azoth degli Alchimisti, l’Akasha degli Indù, l’Aör degli Ebrei Kabbalisti. Questa luce è androgine, si condensa, e da fluidica diventa corporea, positiva e negativa, specchio di tutti i desideri e pensieri, conserva le immagini e le cariche emotive.
I numerosi combattimenti che hanno sostenuto i Profeti, gli Apostoli, i Santi e gli Iniziati contro le aggressioni della Luce Astrale nel sembiante demoniaco, sono fatti autentici e non leggende.

dal capitolo “LA SOGLIA DEL MISTERO ED I SUOI GUARDIANI”

Copyright 2017 © Archeosofica, Scuola Esoterica di Alta Iniziazione.