• Home
  • La Trinità Divina

La Trinità Divina

Dio è Uno e Trino, nel senso che è Padre, Verbo o Figlio e Spirito Santo o Madre Divina. I significati di questi tre attributi del Dio Unico si possono così riassumere: il Padre è il Principio o l’Arkè, e ingenito, innascibile. Da Lui procedono il Figlio e lo Spirito Santo. Il Figlio o Verbo, Logos, è lo stesso Dio come pensato, Idea. Lo Spirito Santo è l’amore di Dio.
In altre parole, il Verbo o Figlio è la seconda persona della Trinità. Essa procede dal Padre per via di intellezione e di autentica generazione spirituale.
Dio conoscendosi (Padre) genera ab aeterno l’Idea di se stesso (Verbo-Figlio), ma rimanendo immutabilmente identica la sua natura divina o sostanza. Di conseguenza, il Verbo si distingue realmente dal Padre solo in linea di relazione, ovvero come termine della filiazione opposta alla paternità. Il Verbo è consustanziale al Padre, ossia della stessa natura o sostanza del Padre e con ciò in tutto uguale a Lui.
Il Padre è Dio come pensante, il Figlio è lo stesso Dio come pensato, lo Spirito Santo è l’Amore di Dio. I nomi dello Spirito Santo, o Spirito di Dio, che gli uomini hanno composto, sono tanti: Dito della destra del Padre, Fonte Viva, Paraclito, Fuoco, Carità, Unzione.
Lo Spirito Santo procede: o dall’amore muto del Padre e del Figlio, o dall’amore divino essenziale (comune delle tre Persone).
Nel Mistero del Santo Graal, il Calice o Coppa rappresenta lo Spirito Santo o la Divina Maternità, la Divina Presenza, la kabbalistica Sheckinah.

dal capitolo “IL RITO ARCHETIPICO DEL CALICE”

Copyright 2017 © Archeosofica, Scuola Esoterica di Alta Iniziazione.