• Home
  • Matrimonio e Monachesimo

Matrimonio e Monachesimo

 A livello di vita spirituale il sacramento del matrimonio è in certo qual modo uno stato monastico in potenza, cioè di là da venire. Ma questo lo discuteremo quando entreremo nell’argomento della risurrezione dei corpi e dell’escatologia.
Riguardo alla scelta fra il matrimonio e il monachesimo per una migliore ascesi, dobbiamo dire che è la statura spirituale quella che conta. Vi è una santità monastica ed una santità coniugale entrambe convergenti in Dio.
Monachesimo perfetto e matrimonio perfetto sono casti e precorrono lo stato angelico. La verginità può esserci nel monaco e nella monaca come pure nei coniugi se in loro sussiste la purezza di cuore. La verginità fisiologica sarebbe niente se mancasse quella interiore accennata nel discorso della Montagna.
Monachesimo perfetto e matrimonio perfetto sono la stessa cosa, un tempo il rito matrimoniale conteneva pure quello della tonsura monastica che voleva dire l’abbandono comune delle due volontà in quella di Dio.
L’antica tradizione suggeriva ai fidanzati un noviziato monastico e prescriveva a coloro che erano sposati, di ritirarsi subito dopo la cerimonia, in un convento con lo scopo di prepararsi al sacerdozio coniugale.

dal capitolo “IL MATRIMONIO È UN MONACHESIMO INTERIORIZZATO”

Copyright 2017 © Archeosofica, Scuola Esoterica di Alta Iniziazione.