• Home
  • Le Due Antenne dell’Ultrafania e Profetismo

Le Due Antenne dell’Ultrafania e Profetismo

Prima di indicare la pratica per ottenere lo stato di medianità ultrafanica, mettiamo in evidenza un fatto importante: l’esistenza di due antenne spirituali. L’individuo, che in senso generico è composto di corpo mortale e anima immortale, è in realtà costituito dal corpo anatomico, da tre corpi energetici (eterico, astrale e mentale) e dall’Ego con l’Eros, l’Anima e lo Spirito. Questi hanno sette centri di forza, che possiamo anche chiamare antenne spirituali della trinità umana (Eros, Anima emotiva e Spirito).
Nel piano fisico, queste antenne corrispondono alle ghiandole ormoniche. Come antenne spirituali, nella persona comune sono poco o niente sviluppate: solo con l’ascesi si risvegliano e incominciano a funzionare, con la comparsa della veggenza, dell’ultrafania, della coscienza cosmica.
Per la veggenza o profezia (“Un tempo in Israele chi andava a consultare Iddio diceva: – Andiamo dal veggente – perché, mentre ora si dice profeta, allora si diceva il veggente (1 Samuele,IX,11) ) le antenne spirituali sono:

1°) – il Centro Cardiaco nella regione del cuore;
2°) – il Centro Frontale alla radice del naso.

Gli esercizi per lo sviluppo del primo fanno parte della Cardiognosia (conoscenza del cuore), mentre quelli per lo sviluppo del secondo costituiscono la Cefalognosia (conoscenza del cervello), ma non nel senso anatomico, bensì come anima emotiva e mente, spirito.

dal capitolo “LE DUE ANTENNE DELL’ULTRAFANIA E DEL PROFETISMO”

Copyright 2017 © Archeosofica, Scuola Esoterica di Alta Iniziazione.